<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=388281687962727&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Come promuovere e diffondere la digitalizzazione nei cantieri

12-ott-2018 18.01.00

[Gestione del cambiamento]

Negli ultimi decenni la trasformazione digitale si è largamente diffusa in tutti i settori; molte aziende hanno fatto molto rapidamente il grande salto per guidare il cambiamento. Alcune hanno investito ingenti risorse economiche nelle nuove tecnologie digitali che desideravano mettere in atto al loro interno.

Tuttavia, non sempre le cose sono andate come ci si aspettava. Infatti l’attuazione di una strategia digitale ottimale è qualcosa che richiede decisioni meditate. Per ottenere risultati positivi normalmente ci vuole tempo, un’attività organica di formazione e verifica.

“La trasformazione digitale è un processo continuo di cambiamento del modo di condurre le proprie attività. Richiede investimenti fondamentali in formazione professionale, progetti, infrastrutture e, spesso, un totale riassetto dei sistemi informatici. Richiede un rimescolamento di persone, macchine e processi aziendali con tutto il caos che questo comporta. Richiede anche monitoraggio continuo e interventi, in particolare dall’alto, per assicurarsi che i leader, digitali e non, facciano le scelte giuste circa i loro sforzi di trasformazione.” (Harvard Business Review, 2018)

Recentemente nel nostro blog abbiamo presentato due dei nostri quattro componenti aziendali fondamentali: app e dati per il settore delle costruzioni. Infatti, per facilitare la trasformazione digitale del settore delle costruzioni, i nostri team hanno sviluppato un’avanzatissima piattaforma software, nonché tecniche specializzate per raccogliere dati accurati.

Tuttavia, considerando quanto la tecnologia digitale in cantiere sia ancora ad uno stadio precoce nel settore delle costruzioni, le aziende avevano palesemente bisogno di assistenza durante il processo di implementazione. Un valido passaggio al digitale normalmente richiede sforzi pluriennali e avviene attraverso una serie di passi incrementali chiaramente definiti. Quindi abbiamo ritenuto che fosse veramente importante accompagnare i nostri clienti attraverso questa transizione digitale poiché l’adozione e l’uso di un nuovo software sono essenziali per il suo successo.

Per attuare con successo la trasformazione digitale in un’organizzazione che si occupa di costruzioni occorre passare attraverso tre fasi fondamentali. Per cominciare, occorre eseguire un’attenta diagnosi della situazione esistente. Dopodiché si può iniziare ad attuare la strategia nei cantieri interessati. Passato un certo periodo, necessario per arrivare al funzionamento efficiente della soluzione, si può iniziare ad allargarne l’ambito trasformando altre entità.

 

PRIMA FASE: DIAGNOSI

Per prima cosa, quando un’azienda di costruzioni è pronta a scegliere un software per il cantiere, i nostri team sono in grado di avviare un dialogo che mira a scoprire le sue esigenze, le difficoltà, gli obiettivi e gli indicatori delle prestazioni. È importante notare che la volontà di mettere in atto tale tecnologia all’interno di un gruppo è la chiave per ottenere una conversione agevole e vincente. Parimenti, l’adozione della tecnologia digitale in cantiere svolge un ruolo centrale durante questa transizione.

“Abbiamo avuto conversazioni costruttive sulle nostre difficoltà; tutti i nostri dubbi e le nostre richieste sono stati affrontati tempestivamente.” – Héctor Borja, Ingegnere Ispettore presso Fujita MX

Riteniamo che il passaggio al digitale richiederà alcuni anni, specialmente in questo settore che spesso comprende grandi aziende e una pletora di persone con competenze e capacità diversificate. Ecco perché pensiamo che sia opportuno lavorare mediante una collaborazione a lungo termine. Tuttavia, una partnership a lungo termine può causare un po’ di ansia, specialmente se consideriamo la quantità dei cantieri, il numero delle persone da formare e molti altri fattori. Per questa ragione, spesso avviamo nuove collaborazioni con una fase di diagnosi.

Durante questa fase, la nostra soluzione viene provata su un certo numero di casi d’uso allo scopo di adattarla ai problemi dei clienti e fugare i loro dubbi. Cerchiamo di aiutare i clienti a immaginare come potrebbe essere la loro vita quotidiana una volta che questi nuovi strumenti siano stati integrati e utilizzati nelle loro squadre. Questo processo può iniziare con la digitalizzazione dei disegni, ma spesso comporta l’introduzione di nuovi processi e modi di agire. Il periodo di scoperta e valutazione può durare da 3 a 6 mesi. Durante questo periodo il nostro team di pre-vendita effettua visite regolari in cantiere per discutere con il personale e assicurarsi che FINALCAD risponda alle sue esigenze. Alla fine della fase di diagnosi, i clienti dovrebbero essere in grado di prendere una decisione informata se adottare o meno una tecnologia mobile per il cantiere, e su come attuarla per raggiungere i migliori risultati. La fase di diagnosi permette anche di articolare il piano di attuazione in base alle capacità dell’azienda (ad es. quante trasformazioni è in grado di gestire).

 

SECONDA FASE: ESECUZIONE

Una volta che le parti hanno deciso di procedere con l’adozione di FINALCAD, subentra la fase di esecuzione. A questo punto, l’obiettivo è di attuare la soluzione nel miglior modo possibile e di massimizzarne l’adozione da parte del personale del cantiere. Dopo aver identificato nella precedente fase di diagnosi il valore che FINALCAD può portare all’azienda, adesso dobbiamo mettere in atto la soluzione per ampliarne il valore.

“Una buona soluzione è adeguata solo se le persone interessate la adottano, altrimenti non è affatto una soluzione. Questa è la ragione per cui siamo qui a fianco dei nostri clienti durante questa transizione.” – Walid Kadem, Direttore del dipartimento per il successo dei clienti di FINALCAD

Per fare ciò, i membri dei team FINALCAD visitano regolarmente una varietà di cantieri selezionati. Dopo aver discusso con i responsabili decisionali, l’azienda nomina un certo numero di consulenti che diventano i responsabili interni dell’attuazione del prodotto adottato. Di solito, queste persone sono appassionate delle nuove tecnologie e sanno come affrontare e superare le sfide. Noi equipaggiamo accuratamente questi professionisti e quindi trasferiamo loro le nostre conoscenze attraverso il programma Train the Trainer (Forma il formatore). Questi leader locali diventano quindi sostenitori e fautori di FINALCAD e devono svolgere molteplici attività, tra cui la formazione dei loro gruppi e il monitoraggio dell’uso del software nell’area loro assegnata.

“Il software è la parte facile, il problema principale sono le persone. Quindi, abbiamo creato una metodologia di gestione del cambiamento per permettere loro di eseguire la loro trasformazione digitale. In particolare, istituendo un comitato direttivo che nomina sia i consulenti principali del programma sia i consulenti locali. Raccomandiamo che FINALCAD sia parte integrante del loro programma di formazione e dei processi operativi in modo che chiunque all’interno dell’azienda sappia come e quando usarlo. Durante l’attuazione, comunicazione e marketing sono fondamentali; la piattaforma deve essere promossa a livello strategico, in modo che ciascuno possa godere dello stesso livello di informazione.” – David Vauthrin, Co-fondatore e Direttore marketing di FINALCAD

Inoltre, forniamo ai nostri clienti materiale di marketing dedicato, come video didattici, guide per gli utenti e casi di studio specifici. In base alle richieste del cliente, possiamo sviluppare iniziative di maggiore impatto, come newsletter interne dedicate o eventi specifici, per promuovere l’uso di FINALCAD come abbiamo fatto nel caso del gruppo Eiffage con il tour FINALCAD usando il nostro FINALTRUCK.

Al nostro interno abbiamo anche una squadra operativa che si dedica al successo dei nostri clienti. Questa ha il compito di assicurarsi che per ogni progetto di costruzione siano disponibili piantine personalizzate per dispositivi mobili. Infatti queste permettono una navigazione semplice e intuitiva “al volo” su un dispositivo mobile e assicurano che ogni input sia associato a una posizione nella planimetria (permettendo così una successiva analisi dei dati molto precisa). Inoltre, configurano ogni progetto per assicurare l’uso ottimale di tutte le funzionalità (ad es. glossario dei difetti, moduli di controllo, etc.). Il loro scopo è di rendere i progetti più efficienti.

 

TERZA FASE: TRASFORMAZIONE

Normalmente dopo un anno di trasformazione digitale è importante seguire la situazione e analizzare cosa è stato messo in atto. Grazie ai dati raccolti è possibile vedere facilmente quanto FINALCAD sia stato adottato in cantiere. È anche possibile vedere dove se ne potrebbe migliorare l’uso e individuare gli utenti attivi e inattivi. Questo offre ai nostri clienti la possibilità di attuare azioni correttive, perché possono vedere facilmente dove concentrare la loro attenzione.

Una volta che la trasformazione digitale inizia ad essere più omogenea all’interno di un gruppo, si può pensare a espandere le attività. Riteniamo che siano possibili due tipi di sviluppi. In primo luogo, una volta raggiunto l’obiettivo desiderato, un’azienda potrebbe voler equipaggiare più utenti appartenenti alla stessa regione/divisione/settore. Questo tipo di sviluppo assicura che la soluzione sia stata attuata bene in un primo caso, e permette di procedere in modo molto più agevole. Diventa più facile addestrare nuovi utenti e fare sì che utilizzino la soluzione nel modo giusto. Un’altra strategia di sviluppo consiste nell’espandere l’attuazione ad altre divisioni, settori, regioni o anche Paesi. Proprio come nel metodo precedente, è essenziale procedere un passo alla volta per assicurarsi di non ripetere due volte gli stessi errori; questo permette di trovare la struttura giusta per futuri sviluppi.

Poiché ogni entità è differente dalle altre e ha i suoi specifici problemi, è importante partire sempre dal principio e seguire ciascuno di questi passi. La nostra esperienza di lavoro in vari ambienti, Paesi e settori permette ai nostri team di fornire consigli preziosi per la durata di tutto il processo. Una volta attuata una strategia di cambiamento ottimale, dall’analisi dei dati emerge anche un altro tipo di trasformazione. Infatti, dall’uso dell’applicazione da parte degli utenti, i clienti ricavano una conoscenza più approfondita delle loro prassi interne e si rendono conto della redditività della soluzione. Per esempio, potrebbero individuare facilmente il 5% dei problemi più ricorrenti, che in realtà potrebbero a sua volta avere un impatto del 50% su costi e ritardi. Diventa allora molto più concreto mettere in atto piani d’azione specifici per minimizzare questi problemi. I risparmi cominciano quindi ad accumularsi rapidamente fino a raggiungere cifre ragguardevoli!